È morta Toni Morrison, prima afroamericana a vincere Nobel

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Prima scrittrice afroamericana a ricevere il Premio Nobel per la Letteratura nel 1993, insignita nel 2012 da Barack Obama della Presidential Medal of Freedom, il più alto riconoscimento civile negli Stati Uniti, Toni Morrison ha smascherato banalità e luoghi comuni sulla razza e il razzismo di cui non riusciamo più a comprendere il vero significato e di cui ci ha mostrato quanto fosse necessario tornare ad occuparsi.

«Che regalo respirare la sua stessa aria, anche se solo per poco» dice ora l’ex presidente americano Obama, che parla della scrittrice, morta il 6 agosto a 88 anni a New York, come di un tesoro nazionale e definisce la sua scrittura «bella e una sfida significativa alla nostra coscienza e alla nostra immaginazione morale». «Quando è stato eletto Obama si pensava fossero finiti certi pregiudizi ma il passato continua a ripresentarsi», diceva la scrittrice nel 2012 al Festival della Letteratura di Mantova, in Italia. E spiegava: «Non siamo una società post razziale. Il razzismo è un cancro che non si può estirpare con diverse medicine. Per trovare una risposta deve cambiare qualcosa dentro di noi».