Missionari uccisi 2019

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il Mese Missionario Straordinario dell’Ottobre 2019, è stato anche occasione di riscoprire le figure di tanti testimoni della fede delle Chiese locali che hanno speso la vita per il Vangelo nei contesti e nelle situazioni più diverse. L’Agenzia Fides, come ogni anno, ha raccolto le informazioni relative ai missionari uccisi nel corso dell’anno. L’elenco annuale ormai da tempo non riguarda solo i missionari ad gentes in senso stretto, ma cerca di registrare tutti i battezzati impegnati nella vita della Chiesa morti in modo violento, non espressamente “in odio alla fede”.

Secondo i dati dell’anno 2019, sono stati uccisi nel mondo 29 missionari, per la maggior parte sacerdoti: 18 sacerdoti, 1 diacono permanente, 2 religiosi non sacerdoti, 2 suore, 6 laici.

Dopo otto anni consecutivi in cui il numero più elevato di missionari uccisi era stato registrato in America, dal 2018 è l’Africa ad essere al primo posto di questa tragica classifica.

Mentre in passato le uccisioni erano per buona parte concentrate in una nazione, o in una zona geografica, nel 2019 il fenomeno appare più generalizzato e diffuso. Ultimamente si registra una sorta di “globalizzazione della violenza”.