Peru
Le Figlie di San Paolo da 50 anni in Perù

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Un giubileo è sempre occasione propizia per fare memoria del cammino percorso e rileggere la storia di salvezza che il Signore ha realizzato attraverso eventi, situazioni, persone.
Le Figlie di San Paolo, presenti in Perù dal 1960, hanno dedicato un intero anno alla celebrazione giubilare con iniziative tese a “narrare” le meraviglie compiute da Dio attraverso l’opera delle sorelle che hanno impiantato il seme della vocazione paolina in questa terra e di quelle che, negli anni, hanno contribuito allo sviluppo della missione.
Ma il giubileo è stata anche l’occasione, per la Chiesa peruviana, di esprimere la propria gratitudine alle FSP per il prezioso servizio di supporto all’azione ecclesiale di evangelizzazione attraverso la comunicazione.
Due i riconoscimenti più significativi: nel gennaio 2010 la Medaglia d’oro di Santo Toribio de Mogrovejo e, il 22 ottobre, anniversario della fondazione, il Premio nazionale cardinale Juan Landazuri Ricketts in “riconoscimento del lavoro che le Paoline svolgono per promuovere i valori umani e cristiani nell’ambito della comunicazione sociale”.
Fedeli a tale impegno, le Figlie di San Paolo hanno organizzato, dal l’11 al 15 ottobre, un Congresso internazionale sul tema Nuovi messianismi in America Latina allo scopo di offrire un contributo di studio e di riflessione su tali movimenti, alla luce di ciò che è stato il messianismo in Israele e, soprattutto, il messianismo di Gesù.
All’incontro hanno partecipato protagonisti del mondo sociale, culturale e religioso. Al termine del Congresso, le Paoline hanno consegnato la “Medaglia Giacomo Alberione” a personalità istituzionali e a quanti si sono distinti per il loro lavoro nel campo della comunicazione sociale.
L’anno giubilare si è concluso il 17 ottobre, nella Cattedrale di Lima, con una solenne Celebrazione Eucaristica presieduta dal cardinale Juan Luis Cipriani Thorne.