Invochiamo lo Spirito su tutti i Comunicatori

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
 
Contempliamo, Signore, la Chiesa nascente,
che tu hai fatto crescere nel silenzio
e nella preghiera del Cenacolo,
dove gli Apostoli, con Maria madre di Gesù,
invocavano lo Spirito Santo.
Fallo discendere su tutti i Comunicatori,
e concedi anche a noi, con il trascorrere dei giorni,
di fiorire in sapienza, maturità spirituale,
prudenza, senno, virtù, grazia e merito.
Riempi i nostri cuori d’amore e slancio apostolico.
 

Lo Spirito, che ha presieduto nel Cenacolo

alla fondazione della Chiesa,
è stato presente anche al nascere e al crescere
delle nostre comunità;
lo stesso Spirito formi le nostre menti,
ci aiuti a comprendere e comunicare la Parola che salva
e tutte le cose nuove che lui solo sa suscitare;
ci renda capaci di una vitalità feconda,
di una creazione nuova, creazione di comunicatori
che non scrivono sulla carta, ma nei cuori,
intingendo la penna nel suo Spirito,
per concorrere a rinnovare il mondo.
 
Ci doni, il divino Spirito, unità, fede viva,
speranza operosa, amore senza fine e vera santità,
operi, ancora una volta in ognuno di noi
e nelle nostre comunità le sue meraviglie,
rendendoci, con il Padre, conformi all’immagine
del Figlio suo Gesù Cristo.

                                             (Libera versione da pensieri del beato G. Alberione)


Allegati