Monastero Wi-Fi: un incontro per cercare la verità di Dio

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Era nato come un piccolo incontro tra amiche per pregare insieme, si è trasformato in un evento che ha visto la partecipazione di oltre 2000 persone provenienti da tutta Italia: è il primo “capitolo generale” del Monastero Wi-Fi – com’è stato informalmente definito -, svoltosi sabato 19 gennaio nella basilica di San Giovanni in Laterano a Roma. Organizzato dalla giornalista e scrittrice Costanza Miriano, l’incontro mirava a «far incontrare tanti cercatori di Dio, ognuno proveniente dal suo cammino», come spiega lei stessa nel suo blog.

La basilica madre di tutte le chiese di Roma e del mondo, ha visto alternarsi momenti di ascolto e intensi momenti di preghiera. Il Monastero Wi-fi è un’esperienza che «penetra nelle pieghe sociali, per cercare e conoscere la bellezza e la verità di Dio, per ripartire dal suo amore “folle” per noi», ha sottolineato il vescovo ausiliare Gianrico Ruzza, in apertura della giornata. «La preghiera incessante è una scelta controcorrente, ma profetica e necessaria per dare anima, respiro e spirito ad un mondo demotivato, che ci sembra talvolta brutto ma che è il mondo che Dio ama».