Focsiv: Premio volontariato internazionale a tre donne

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il volontariato come impegno vissuto soprattutto «in prima persona, al femminile». È il segno del Premio del volontariato internazionale della Focsiv 2017, assegnato a tre donne: Anna Dedola, project manager Cope Iringa – Tanzania; Khadija Tirha, volontaria in Servizio civile per Lvia Italia in Piemonte; Alganesc Fessaha, presidente di Gandhi Charity, candidata dal Centro missionario di Trento.

«Tre età della vita, terre di origine lontane tra loro, culture diverse, ma un unico comune denominatore come scelta personale di un’intera esistenza: il garantire e tutelare il diritto alla dignità di esseri umani per tutti – ha affermato il presidente Focsiv Gianfranco Cattai -. È questo il valore profondo del volontariato che si adopera per l’altro, che si impegna nella crescita dei Paesi di origine, che crede nei diritti umani, applicandoli ogni giorno in ciò che realizza».