Cristiani perseguitati nel mondo

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Oltre 215 milioni i cristiani perseguitati nel mondo. A guidare la classifica dei 50 Paesi più oppressori è la Corea del Nord. Ma la Nazione con maggiori violenze è il Pakistan, mentre in India cresce il radicalismo induista. Lo rivela il Rapporto 2018 dell’organizzazione Porte Aperte-Open Doors, che ogni anno stila la lista ‘nera’ dei 50 Paesi – su un centinaio monitorati – dove i fedeli cristiani sono oppressi, vessati, discriminati, oggetto di abusi e violenze fino ad essere uccisi, condizionati nel privato e nella vita pubblica, a causa della loro fede religiosa.

Il numero dei fedeli perseguitati è in crescita, 1 cristiano su 12 nel mondo è vittima di violenze o abusi. Oltre 15.500 chiese, case, negozi di cristiani sono stati attaccati, nel periodo compreso nel rapporto, tra novembre 2016 e ottobre 2017″. Dati che danno un’idea della persecuzione anticristiana nel mondo.