Ad Asia Bibi la nomination per il Premio Sacharov 2017

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Asia Bibi, la donna cristiana condannata a morte per blasfemia e in carcere dal 2009, ha ricevuto la nomination per l’edizione 2017 del prestigioso Premio Sacharov, per la libertà di pensiero, conferito dall’Unione Europea. Il Premio è un’iniziativa del Parlamento europeo e viene assegnato a individui o gruppi distintisi per la difesa dei diritti umani e delle libertà fondamentali.

Peter Van Dalen, membro dello European Conservatives and Reformists Group (ECR) nel Parlamento Europeo, che ha proposto la candidatura di Asia Bibi, ha spiegato che «il caso di Asia è di importanza simbolica per quelli che soffrono per la libertà di religione o di espressione».

«In lei si vede la situazione di tutta la comunità cristiana. Il suo caso è tragicamente indicativo dell’insicurezza di tutte le minoranze, quando si tratta del rispetto dei loro diritti umani fondamentali», nota in un commento Kaleem Dean, intellettuale e analista pakistano.