Figlie di S.Paolo - Preghiere
La speranza della croce


La speranza della Croce

 
diap.
Bisogna che sia innalzato il Figlio dell’uomo….. (musica di sottofondo)
Di null‘altro mai ci glorieremo se non della Croce di Gesù Cristo, nostro Signore: egli è la nostra salvezza, vita e risurrezione; per mezzo di lui siamo stati salvati e liberati (cfr Gal 6, 14).
 
2° diap.          
l nostro sguardo si fissa su Gesù Crocifisso per contemplare quel grande Amore con cui il Padre ha amato il mondo… e rinnovare in noi la certezza che solo il Signore, crocifisso e glorioso è unica speranza dell’uomo.
 
3° diap.
Canto
Ascolta e vivrai (Galliano-Semprini)
Il Signore ha qualcosa da dire,
il Signore ti vuole parlare.
Nel silenzio disponi il tuo cuore
se il tuo Dio vorrai ascoltare.
Ascolta e vivrai…
Il Signore ti vuole incontrare,
nel tuo cuore egli vuol rimanere.
Al suo invito non puoi rinunciare
se con Dio vorrai dimorare.
Ascolta e vivrai….
 
4° diap.
Dal Vangelo di Giovanni:
“…Nessuno è mai salito al cielo, fuorché il Figlio dell‘uomo che è disceso dal cielo. E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell‘uomo, perché chiunque crede in lui abbia la vita eterna. Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna”. (Gv 3,13-16)
(musica)
 
diap.
Il Papa Giovanni Paolo II esprime la certezza che la Chiesa ha da offrire il bene più prezioso, che nessun altro può darle: è la fede in Gesù Cristo, fonte della speranza che non delude…. Sulla base di questa confessione di fede sgorga dal nostro cuore e dalle nostre labbra una gioiosaconfessione di speranza:
“…tu, o Signore, risorto e vivo, sei la speranza sempre nuova della Chiesa e dell‘umanità; tu sei l‘unica e vera speranza dell‘uomo e della storia;  tu sei “tra noi la speranza della gloria” già in questa nostra vita e oltre la morte”. (EE n° 18)
 
6° diap.
Esprimiamo la nostra disponibilità ad annunciare Cristo, speranza della gloria, con un canto o una preghiera spontanea.   
 
7° diap.  
“Quando sarò elevato da terra, attirerò tutti a me…”(Gv 12, 32).
(musica)
 
8° diap.
Dalla Lettera di San Paolo apostolo ai Romani
“La speranza non delude, perché l‘amore di Dio è stato riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato. Infatti, mentre noi eravamo ancora peccatori, Cristo morì per gli empi nel tempo stabilito.
 
9° diap.
…Ora, a stento si trova chi sia disposto a morire per un giusto; ma Dio dimostra il suo amore verso di noi perché, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi” (Rm 5,5-8).
 (musica)
 
La speranza non dà sempre risultati visibili, permette però di non fermarsi. Quando è notte è più bello credere alla luce. La sola cosa che possa impedire a un sogno di realizzarsi è la paura di fallire.  Speranza invece, è continuare a credere quando non c’è più speranza.
 
10° diap.
La parola della croce è potenza di Dio.
Nella parola della croce splende in tutta la sua luce: il senso, la forza,
la missione di quella virtù che chiamiamo:
 
11° diap.
La Speranza.
Così la descrive il poetaCharles Peguy:
“Essa è la sorgente della vita, è il germe di ogni nascita spirituale.
È lei che fa sgorgare e zampillare la grazia…
Poiché è piccola, si crede che abbia bisogno delle altre virtù, per camminare: e invece sono le altre ad aver bisogno di lei”.
La piccola speranza è una virtù così potente e così sublime che il poeta, non teme di attribuirla al cuore di Dio. Dio ama talmente gli uomini che si degna di sperare in essi, non vuole allontanare la sua speranza dal più miserabile peccatore.
 
12° diap.
“Il Padre ha tanto amato il mondo,
che gli ha donato il suo Unigenito” (Gv 3, 16).
La speranza ci invita a contemplare Dio e a considerare il mondo con i occhi nuovi. Ci fa ri-udire la Parola che non si confonde con nessun’altra parola, ci aiuta a ritrovare Dio, che è amore.
 
13° diap.
Scrive ancora il Papa:
“Maria (…) creatura nuova plasmata dallo Spirito Santo, fa crescere in noi la virtù della speranza.
A Lei, Madre della speranza e della consolazione, rivolgiamo con fiducia la nostra preghiera: affidiamole il futuro della Chiesa e di tutti le donne e gli uomini del mondo” (EE n° 125).
 
14° diap.
“Maria, Madre della speranza, cammina con noi!
Insegnaci a proclamare il Dio vivente;
aiutaci a testimoniare Gesù, l‘unico Salvatore;
rendici servizievoli verso il prossimo,
accoglienti verso i bisognosi,
operatori di giustizia,
costruttori appassionati
di un mondo più giusto;
intercedi per noi che operiamo nella storia
certi che il disegno del Padre si compirà.
 
Invocazione: Maria, Madre della speranza prega per noi!
 
15° diap.
Maria, aurora di un mondo nuovo,
mostrati Madre della speranza e veglia su di noi!
Veglia sulla Chiesa tutta:
sia essa trasparente al Vangelo;
sia autentico luogo di comunione;
viva la sua missione
di annunciare, celebrare e servire
il Vangelo della speranza
per la pace e la gioia di tutti.
 
Invocazione: Maria, Madre della speranza prega per noi!
 
16° diap.
Regina della pace
proteggi l‘umanità del terzo millennio
!
Veglia su tutti i cristiani:
Veglia sui giovani,
speranza del futuro,
Veglia sui responsabili delle nazioni:
si impegnino a costruire una casa comune,
nella quale siano rispettati
la dignità e i diritti di ciascuno.
 
Invocazione: Maria, Madre della speranza prega per noi!
 
17 diap.
Maria, donaci Gesù!
Fa‘ che lo seguiamo e lo amiamo!
Lui è la speranza della Chiesa,
e dell‘umanità.
Lui vive con noi, in mezzo a noi,
nella sua Chiesa.
Che la speranza della gloria
infusa da Lui nei nostri cuori
porti frutti di giustizia e di pace!” (EE, n°125).
 
Invocazione: Maria, Madre della speranza prega per noi!
 
18° diap.
“Chiesa di Dio… non temere!
Nel Vangelo, che è Gesù, troverai la speranza solida e duratura...
Sii certa! Il Vangelo della speranza non delude!
E’ luce che illumina e orienta il tuo cammino;
è forza che ti sostiene nelle prove;
è profezia di un mondo nuovo” (Cf EE, n° 121)
 
19° diap.
Ci abbracci Signore,
la tua misericordia
perché solo in Te,
Parola Vivente,
Crocifisso per amore,
le nostre paure
e i nostri “perché?”

diventino luce.
 
20° diap.
Ti saluto, o Croce santa, che portasti il Redentor,
gloria, lode, onor ti canta ogni lingua ed ogni cuor.
 
Benediciamo il Signore.
Rendiamo grazie a Dio.


Ultimo aggiornamento di questa pagina: 24-NOV-11
 

paoline - Copyright @2005 - Strumenti Software a cura di Seed