cerca nel sito
 Paoline (italiano) » Notizie » Notizie di vita paolina » 2012 » Giugno » Una piccola Libreria Paoline nella terra dei talebani 
condividi Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notiziestampa
PAKISTAN
Una piccola Libreria Paoline nella terra dei talebani   versione testuale



A Saddar, una delle zone più affollate e caotiche dell’ex capitale del Pakistan, c’è una piccola libreria gestita dalle Figlie di San Paolo. Vendere Bibbie, catechismi e soprattutto audiovisivi in un quartiere come questo è pericolosissimo.

I talebani accusano le suore di possedere materiali proibiti dal Corano, tra cui filmati e immagini dei profeti, e fanno circolare per tutto il vicinato dei biglietti minatori con scritto: «o chiudete o morirete». Il bookshop dispone di numerosi testi di religione, rosari, catechismi in urdu e in inglese ed è l’unico centro di distribuzione della Bibbia cattolica. Purtroppo però le enormi difficoltà economiche rendono proibitivo per i fedeli perfino l’acquisto di un semplice libro. I cristiani non trovano lavoro perché discriminati e le famiglie non hanno neanche i soldi per comprare da mangiare o per mandare i figli a scuola.

La libreria, non è l’unico impegno delle Paoline che raggiungono le parrocchie delle diverse basti – le grandi periferie di Karachi – per insegnare il catechismo ai bambini e spiegare alle mamme l’importanza di educare i propri figli alla fede.


 
(Lunedý 11 Giugno 2012)