cerca nel sito
 Paoline (italiano) » Notizie » Notizie dal governo generale » 2010 » Ottobre » Lettera della Superiora generale, nuova delegazione EAST ASIA 
condividi Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notiziestampa
Lettera della Superiora generale, nuova delegazione EAST ASIA   versione testuale
 

Taipei, 05 ottobre 2010
                                                                                              
 A tutte le sorelle
della Congregazione
 Loro sedi




Carissime sorelle,

Abbiamo concluso ieri l’incontro delle sorelle di Taiwan, Macau, Hong Kong, Vietnam che aveva l’obiettivo di avviare la nuova delegazione East Asia formata da queste comunità. La decisione di unire in delegazione le quattro realtà, diverse a livello politico ed economico, ma molto vicine culturalmente, è stata presa nell’Incontro continentale per la ridisegnazione delle presenze dell’Asia-Pacifico (Manila, 09-22 settembre 2009).

Come è già stato pubblicato nel sito istituzionale www.paoline.org, la nuova delegazione è formata da 34 professe,  provenienti da 12 nazioni (Taiwan, Brasile, Cina, Corea, Filippine, Giappone, India, Italia, Macau, Singapore, Stati Uniti, Vietnam). E’ arricchita da quattro formande (un’aspirante taiwanese e una vietnamita, due postulanti vietnamite). La comunicazione tra le sorelle è un vero miracolo. In Taiwan si parla mandarino, in Vietnam il vietnamita, a Hong Kong il cantonese e l’inglese, a Macau il cantonese, l’inglese e il portoghese. C’è la speranza che in futuro la comunicazione possa essere facilitata dall’inglese, scelto a Manila come lingua comune. In questo tempo, negli incontri ci si comprende attraverso le traduzioni. Babele?! No. Pentecoste.

Lo Spirito Santo infatti, ha soffiato forte in ogni sorella e in tutto il gruppo, sia nella fase preparatoria come nello svolgimento dell’incontro. Anzitutto ha fatto spazio nella mente e nel cuore di ognuna per accogliere le altre con le loro qualità e limiti, virtù e difetti, risorse e sfide. L’amore a Dio e al popolo, il forte senso di appartenenza alla Congregazione, alla Chiesa e al Regno di Dio che non conosce frontiere e il carattere universale della vocazione paolina sono alla base di questo traguardo. Certamente ci vorrà ancora del tempo per armonizzare le differenze e ritmare il passo, ma gli obiettivi comuni e i progetti condivisi nell’incontro condurranno sicuramente il piccolo gregge verso l’unica meta: vivere e comunicare Gesù Maestro a questi popoli, apparentemente coinvolti dall’economico e dall’immediato, ma in realtà affamati di verità e di trascendenza.

Tra gli obiettivi comuni, le sorelle mirano a intensificare la pastorale vocazionale in ogni realtà della delegazione e in modo speciale nella grande Cina. A questo scopo si propongono di moltiplicare le iniziative di animazione e formazione dei giovani, lavorando insieme con Istituti affini, inserite nella Chiesa locale. Nella Cina continentale si pensa di coinvolgere i sacerdoti perché ci indichino quelle giovani che manifestano il desiderio di consacrarsi al Signore. La condivisione del carisma con i laici è un altro campo di azione da sviluppare in tutte le comunità. Il consolidamento dell’unità e lo sviluppo della vita paolina tra queste sorelle, chiamate a vivere e a comunicare il Vangelo a un miliardo e mezzo di persone, saranno favorite anche da iniziative comuni nell’area della spiritualità, della formazione e dell’apostolato.

Concludendo la visita fraterna alle comunità di Taiwan, Macau, Hong Kong, e l’incontro di avvio della nuova delegazione, desidero ringraziare con tutto il cuore ogni sorella per l’impegno nel vivere il carisma in tutte le sue dimensioni, per la fede e il coraggio nel guardare al futuro della nostra presenza e missione in queste nazioni.

Ringrazio anche tutte voi per aver accompagnato con la preghiera e l’offerta il nostro servizio di animazione. Insieme viviamo con rinnovato impegno il mese di ottobre appena iniziato, in sintonia con tutta la Chiesa che prega per le vocazioni e contempla i misteri della salvezza nella tradizionale e ricca preghiera del rosario. Il Divin Maestro, nel mese a lui dedicato da tutta la Famiglia Paolina, ci aiuti a entrare sempre più nel progetto di vita delineato nelle Costituzioni per ravvivare il carisma, renderlo vivo e operante nella Chiesa e nel mondo oggi (Cost 4) e arrivare all’unica meta della nostra esistenza: vivere e comunicare Gesù Maestro Via Verità e Vita.

Continuate ad accompagnarci e a pregare per la nostra missione in Corea che inizia l’8 ottobre e si concluderà il 4 novembre. A tutte auguro un mese bello e intenso al Divin Maestro. Con affetto.
 
Sr. Maria Antonieta Bruscato
         Superiora generale
(Venerdì 8 Ottobre 2010)