cerca nel sito
 Paoline (italiano) » Notizie » Notizie dal governo generale » 2010 » Gennaio » Messaggio dei Governi generali della Famiglia Paolina 2010 
condividi Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notiziestampa
Messaggio dei Governi generali della Famiglia Paolina 2010   versione testuale
XXVIII  incontro dei governi generali della Famiglia Paolina
Ariccia, 7 - 10 gennaio 2010 

Carissime sorelle e fratelli,

anche quest’anno abbiamo avuto il dono di riunirci ad Ariccia per l’annuale appuntamento dei Governi generali della Famiglia Paolina. Un appuntamento che ha prolungato nel tempo la ricchezza dell’Anno Paolino ed è stato vissuto nel rendimento di grazie per la preziosa eredità consegnata a tutti noi dal Fondatore: “Essere San Paolo oggi vivente”. Paolo è davvero un apostolo inesauribile, un apostolo mistico secondo l’ottica con cui, in queste giornate, abbiamo focalizzato la sua affascinante personalità.

L’incontro ci ha dato non solo la possibilità di studiare e riflettere insieme ma anche valutare, programmare e trascorrere una giornata-pellegrinaggio davvero gioiosa e piovosa, che abbiamo voluto vivere in fraternità anche per salutare i nostri fratelli paolini che si preparano a celebrare il 9° Capitolo generale e concludere il loro mandato. E quale meta più adatta di Pozzuoli, la cittadina portuale vicina a Napoli dove l’Apostolo Paolo ha sostato per una settimana nel suo viaggio avventuroso verso Roma? Abbiamo voluto ripercorrere fisicamente alcuni tratti della via Appia, vitale arteria della Roma imperiale, che Paolo ha risalito in catene apparentemente sconfitto ma con nuovi progetti di evangelizzazione in cuore.

Ma ecco, ordinatamente, il frutto delle nostre giornate d’incontro.
 

Paolo, mistico apostolo

In continuità con il tema approfondito lo scorso anno, il biblista don Antonio Pitta ci ha offerto alcune provocazioni per leggere la variegata personalità di Paolo e cogliere i tratti della sua esperienza mistica, segnata da una relazione personale con Cristo (cfr. Gal 2,19,20; Fil 1), caratterizzata non dall’eccezionalità ma dalla normalità e quotidianità, nell’ambiente di vita comunitario ed ecclesiale.

Come il nostro Padre San Paolo, ci siamo sentiti interpellati a vivere quel dinamismo progressivo di conformazione che conduce a essere in Cristo e a divenire realmente apostoli. Non c’è un prima e un dopo: quanto più l’esperienza di Cristo è profonda, tanto più spinge alla missione. Rivelazione e comunicazione, mistica e apostolato sono le dimensioni inseparabili di un’unica esperienza.
 

Don Alberione, interprete di Paolo mistico apostolo

Sr. Micaela Monetti pddm, in un’articolata relazione, ha focalizzato le caratteristiche della mistica paolina come emergono dalla vita e da alcuni scritti di don Alberione: Donec Formetur Christus in vobis (1933), Abundantes Divitiae gratiae suae (1954), e Ut perfectus sit homo Dei (1960).

E’ stato davvero interessante scoprire come il Fondatore inviti a leggere San Paolo nella sua unità esistenziale di mistico apostolo, e quanto il vissuto alberioniano possa essere letto a partire da alcune caratteristiche fondamentali della mistica paolina: il primato della grazia, la storia come luogo della rivelazione, la dimensione trinitaria ed ecclesiale dell’esperienza cristiana, la comunione con il Signore, la consapevolezza dell’elezione, il vivere “in Cristo”, la fede e la dimensione escatologica, la sofferenza apostolica. Si può leggere una profonda sintonia con San Paolo perfino nell’esperienza straordinaria della “nuda fede” che il Primo Maestro vive in occasione della grave malattia del lontano 1923.

Per tutti noi è viva la consegna di Paolo e di Don Alberione a vivere e dare Gesù Cristo Via Verità e Vita al mondo. Vivere di Gesù Cristo perché Egli solo “vive, pensa, opera, ama, vuole, prega, soffre, muore e risuscita in noi” (cfr. DF 64).
 

Informazione dalle varie Congregazioni

Secondo uno stile ormai collaudato, le varie Congregazioni si sono reciprocamente informate su alcune iniziative ancora in corso o previste per l’immediato futuro. Tra tutte, desideriamo affidare alla preghiera dell’intera Famiglia Paolina il prossimo Capitolo generale della Società San Paolo, che inizierà nella casa “Divin Maestro” di Ariccia il 25 aprile prossimo e avrà come tema: ”Ravviva il dono che hai ricevuto. La fedeltà creativa a cent’anni del carisma paolino”.  

Centenario di fondazione della FP

Ci proiettiamo ormai verso il grande evento che segnerà il centenario di fondazione della Famiglia Paolina (20 agosto 2014). Sarà una bellissima occasione per fare memoria delle “abbondanti ricchezze” che il Signore ha riversato nella nostra storia e condividerle nella Chiesa. Il centenario, come è stata la Beatificazione del Fondatore, è un evento unico per conoscere e far conoscere don Alberione e il carisma paolino, per coinvolgere laici, comunicatori, giovani nel dono di grazia che quasi cent’anni fa ha posto le sue radici in un piccolo paese delle Langhe ed è diventato un albero esteso nei cinque continenti.

Abbiamo programmato un triennio di preparazione che ufficialmente inizierà il 20 agosto 2011 e si concluderà il 20 agosto 2014.
 

Corso di formazione sul carisma della Famiglia Paolina

Il “Corso”, giunto al suo tredicesimo anno di vita, è un frutto ormai maturo degli Incontri dei Governi generali. Ha già accolto e “formato” 329 sorelle e fratelli (tra cui un Gabrielino), provenienti da 35 nazioni e appartenenti alle diverse Istituzioni paoline. In questi anni si è progressivamente qualificato a livello contenutistico e organizzativo e ha favorito la crescita del senso di Famiglia nel “mondo paolino”.

Ai membri della Direzione generale ed esecutiva, si sono presentate osservazioni e suggerimenti perché tale iniziativa risponda sempre meglio agli obiettivi prefissati e alla realtà degli studenti.
 

Partiamo da questa casa con il cuore più “paolino”, più desiderosi di fare qualcosa per l’immenso popolo che in ogni parte del mondo è affidato alla nostra premura di apostole e apostoli del Vangelo.

San Paolo ci doni di camminare nel “suo spirito” (cfr. AD 93), ci aiuti a focalizzare sempre meglio la nostra identità, arricchisca ogni nostro gesto, ogni fatica, ogni iniziativa di una grande fecondità apostolica.

Con affetto, in Cristo Maestro Pastore.
                                                          

            i partecipanti e le partecipanti
al XXVIII  Incontro dei governi generali della famiglia paolina
(Lunedì 11 Gennaio 2010)